ASD COBRA KAI official website
  • Seguici su Facebook
  • Seguici su Twitter
  • Seguici su Instagram
  • Seguici su Youtube
  • Prossimo incontro SAN PIERINO Vs COBRA KAI sabato 15 dicembre ore 15:00
  • Prossimo incontro Juniores SIGNA 1914 J. Vs COBRA KAI J. sabato 15 dicembre ore 15:00






Dilettanti Toscana: Pol. Sieci - Cobra Kai 28/10/2013

Dilettanti Toscana: Pol. Sieci - Cobra Kai

4 Giornata di Campionato

Girone A: il Cobra Kai non si dà mai per vinto e pareggia in rimonta con le Sieci

 

POLISPORTIVA SIECI: Agricoli, Miccinesi, Silvi, Focardi, Gola, Ruini, Alvares, Ronzano, Gazzini, Menicalli, Bertini. A disposizione: Lazzerini, Donnini, Biagi, Barducci, Camiciottoli, Germinario, Martini

ASD COBRA KAI: Dominici, Portoghese L.Amato , G.Petri (82′ Caiani), Berti (50′ Laurenzi), Coppini (80′ Pioggia), Pratesi, Lenardon(55′ Amato E. ), Miglietta , Tavanti (85′ Garbini G.) Portoghese G.

ARBITRO: Sig. Casale di Firenze

RETI: Menicalli (PS) 30′ pt, Ronzano (PS) 5′ st su rigore, Amato E. (CK) 15′ st, Pratesi (CK) 25′ st

NOTE: Espulso Bertini (PS) 93′ doppia ammonizione.

 

 

Termina senza vincitori ne’ vinti la sfida fra Polisportiva Sieci e Cobra Kai che hanno dato vita comunque ad un piacevole incontro, giocato con agonismo da entrambe le squadre fino all’ultimo minuto. Inizia forte la Polisportiva Sieci che pressa alto l’A.s.d. Cobra Kai, impedendole di creare gioco. La squadra locale sembra avere una marcia in più e, pur non creando particolari pericoli ai gialloneri, mantiene a lungo il pallino del gioco. La mediana locale appare, infatti, più tonica ed impedisce al trio Pratesi, Coppini, Lenardon di creare gioco, pertanto gli ospiti si rendono pericolosi solo su calci piazzati. Gli sforzi profusi dai locali vengono premiati intorno alla mezzora quando una giocata di Gazzini libera Menicalli che, incrociando, trafigge inesorabilmente Dominici. I ragazzi di Furi subiscono il contraccolpo per il vantaggio avversario e rischiano di capitolare per ben due volte. Una grande parata di Dominici sullo scatenato Gazzini e l’errore marchiano dello stesso attaccante su contropiede fulminante permettono al Cobra Kai di andare al riposo con il minimo svantaggio. La seconda frazione di gioco si riapre come si era conclusa la prima. La polisportiva Sieci spinge forte alla ricerca del goal. Raddoppio che arriva al 50′ , dopo un ottimo intervento di Dominici che devia una conclusione ravvicinata di Menicalli, il pallone sbatte sulla traversa e torna in mezzo all’area, se ne impossessa Gazzini che viene abbattuto da un intervento maldestro di Petri. L’arbitro concede il penalty che capitan Ronzano trasforma con freddezza. La partita sembra chiusa. Mister Furi decide di imprimere una svolta offensiva alla squadra facendo entrare Laurenzi e passando ad un esuberante 3-4-3. Il nuovo entrato si mette subito in mostra servendo un assist d’oro sulla testa di Portoghese G. che incorna sul palo lontano. Si grida al goal, ma il pallone esce di un soffio alla sinistra di Agricoli. Il Cobra torna a crederci. Al 55′ entra Amato E. che 5 minuti dopo accorcia le distanze sfruttando un magico assist di esterno di Tavanti trafiggendo con un diagonale il portiere locale. La polisportiva Sieci ha subito l’occasione per riportarsi a più due sugli avversari con Menicalli che viene però ben impattato dalla coppia Portoghese L.-Petri. Dal mancato 3-1 si arriva al 2-2, Laurenzi semina il panico tra i difensori avversari che lo stendono a limite dell’area, costringendo il direttore di gara a fischiare un calcio di punizione da posizione invitante. Sulla mattonella si presenta lo snello Pratesi che s’inventa una parabola magica che non lascia scampo ad Agricoli. La rimonta è conclusa. Negli ultimi dieci minuti i locali si rendono nuovamente pericolosi in un paio di occasioni sventate brillantemente da Dominici e dall’intero reparto difensivo giallonero. Al 93esimo Bertini tenta di imitare Maradona ai mondiali del 1986 colpendo ingenuamente il pallone con la mano nel tentativo di segnare. Gesto prontamente punito dal direttore di gara con il secondo giallo e la conseguente espulsione. L’ultimo sussulto lo regala ancora Laurenzi che salta tre uomini prima di essere steso nuovamente al limite dell’area. La punizione, stavolta in posizione laterale, si perde nel nulla. Al 95esimo il direttore di gara fischia la fine. Match divertente che i locali hanno giocato meglio e che forse ai punti avrebberto meritato di vincere. Degli ospiti non si può però non elogiare la voglia di combattere fino all’ultimo e di non darsi mai per vinti.

 

 

Gianni Palchetti

fonte: www.dilettantitoscana.it